Il sottopavimento ideale per il Pvc-consigli utili!

venerdì 11 novembre 2022

Il pavimento Pvc è una meravigliosa scelta d’arredamento per le nostre case: infatti, quando si vuole rimodernare con i pavimenti in Pvc si può! Così, alla fine, possiamo avere un ambiente elegante in tutto per tutto! Ma per installarli, è necessaria la presenza di un elemento essenziale che si interpone tra la base ed il pavimento che andremo a mettere, ovvero il sottopavimento; è vero che la preparazione del sottofondo può essere un inconveniente: ma con i giusti suggerimenti e trucchi, l’installazione può essere molto semplice. Nel BLOG di oggi vi vogliamo dare dei consigli utili sul sottopavimento più adatto a voi.

Senso Urban 0636 Subway

Non tutti i pavimenti in Pvc sono uguali: la struttura è decisiva e quindi bisogna scegliere in maniera accurata il sottopavimento! Ci sono differenza tra un pavimento adesivo e uno ad incastro, ad esempio il primo risulta essere più sottile e quindi più esposto a mostrare le varie irregolarità, ma nonostante ciò non bisogna trascurare la preparazione del sottopavimento anche in caso di posa a click.

Consigli utili su una preparazione ottimale del sottopavimento

Una preparazione ottimale del sottopavimento è necessaria ai fini di una corretta installazione del pavimento in Pvc scelto!

Fondamentalmente, bisogna verificare che il sottopavimento sia adatto al rivestimento in Pvc scelto. Le differenze dipendono dal produttore, dal tipo di prodotto e dal sottopavimento. Non è possibile dare una valutazione generale, tuttavia è necessario verificare sempre che il sottopavimento soddisfi i seguenti criteri: in primis, non deve essere presente l’umidità, in quanto può causare la formazione di muffa tra il pavimento vinilico e il sottopavimento. Successivamente, la sporcizia, la vernice, il grasso, l’olio e la cera devono essere rimosse per una pulizia ottimale. Inoltre, il sottopavimento deve essere completamente uniforme, poiché le irregolarità potrebbero penetrare nel pavimento e danneggiarlo: le crepe e gli altri danni devono essere livellati con un composto livellante. Infine, la temperatura del sottopavimento non deve essere inferiore a 15ºC.

Ma la cosa più importante per una corretta preparazione del sottopavimento: informarsi sulle istruzioni di installazione del prodotto in questione e, se necessario, contattare il produttore.

Quali sottopavimenti non sono adatti ai pavimenti in Pvc?

I Pvc non possono essere posati ovunque, ovviamente c’è da fare attenzione su ogni tipo di fondo: se questi sono tessili, ad esempio le moquette, in questo caso dovrà essere rimossa la moquette anche dai residui di colla o adesivi, cosi da riportare il fondo allo stato neutro; se vi è posato un parquet con posa flottante, il nostro PVC seguirà l’andamento del pavimento sottostante e quindi bisogna fare molta attenzione.

 

Gerflor Rigid Lock 30 "0016 Puno Brown"

Posa di pavimenti in Pvc su vecchi pavimenti?

La posa di un nuovo pavimento vinilico su un vecchio pavimento dipende non solo dal trattamento, dal livellamento e dal fondo del vecchio pavimento, ma anche dalle sue condizioni: un vecchio sottofondo per pavimenti vinilici è solitamente adatto solo se almeno il 90% di esso è in buone condizioni.

Pavimento in Pvc E linoleum come sottofondo per pavimenti in Pvc?

Un pavimento in Pvc è teoricamente adatto ad essere il sottofondo di un pavimento in Pvc. Poiché i pavimenti in PVC sono fatti dello stesso materiale dei pavimenti, è consigliabile scegliere un vinile a incastro, poiché l'adesivo può causare la cosiddetta migrazione del plastificante, causando l'ammorbidimento del pavimento. Anche se, alcuni produttori sconsigliano vivamente l'uso del vinile su pavimenti in Pvc o in altre materie plastiche, quindi è opportuno consultare i dati tecnici.

Inoltre, molti marchi sconsigliano l'uso di pavimenti in Pvc sopra un rivestimento in linoleum.

Posa di pavimenti in Pvc su cemento?

In generale, il calcestruzzo è adatto come sottopavimento per i pavimenti in Pvc: i produttori consigliano sottopavimenti in calcestruzzo spatolato o verniciato, ad esempio a base di cemento o solfato di calcio. Ma anche in questo caso ci sono delle eccezioni: l'umidità è importante, in quanto i pavimenti in cemento non dovrebbero superare un valore di umidità del 2,0 CM-%.; per i terreni cementati con solfato di calcio il valore è al massimo di 0,5 CM-%., dove CM sta per metodo al carburo di calcio, che può essere utilizzato per misurare l'umidità residua dei substrati. Spesso, dopo la rimozione di un vecchio pavimento, è necessario livellare il pavimento in calcestruzzo: si tratta di applicare un composto livellante sul massetto utilizzando una spatola dentata e un'asta telescopica.

(6)

Posso posare il pavimento in Pvc sul parquet e il laminato?

La scelta di posare un pavimento in Pvc su un pavimento in parquet e il laminato non è la scelta migliore, poiché il parquet è sconsigliato, in quanto il legno si espande. Di conseguenza, il pavimento in Pvc potrebbe danneggiarsi o seguire l’espansione del pavimento stesso.

Posa di pavimenti in Pvc su piastrelle?

Siete stanchi del vostro vecchio pavimento piastrellato?

I pavimenti in Pvc possono essere posati su piastrelle. Ma attenzione, dipende dallo spessore delle fughe e dalla stabilità del pavimento stesso; quindi livellare bene le fughe!                                                           Generalmente, il Pvc autoadesivo molto sottile è generalmente sconsigliato per l'installazione su piastrelle di ceramica, poiché le giunzioni possono rompersi. La soluzione migliore è quella di utilizzare un pavimento in vinile rigido, un SPC: questo tipo di pavimento, al suo interno è rinforzato da una piastra contenente polvere di pietra o di calce: è in grado di colmare le piccole irregolarità del sottopavimento, è meno sensibile agli sbalzi di temperatura e può essere installato anche in bagno, inoltre ha anche un tappetino integrato, questo aiuta sia le fughe un po’ più large e profonde ma anche ad evitare l’umidità e impatto sonoro al calpestio.

Barriera all'umidità: quando è necessaria?

Una barriera sotto il pavimento in Pvc è necessaria quando c'è molta umidità proveniente dal sottopavimento. Questo è il caso dei sottopavimenti minerali, come i massetti o il calcestruzzo, ma può interessare anche i pavimenti in legno.

E nel caso di un riscaldamento a pavimento: cosa fare?

Oltre alla preparazione del sottopavimento, c'è anche la questione del riscaldamento a pavimento.            La maggior parte dei pavimenti in Pvc può essere installata su sistemi di riscaldamento a pavimento ad acqua calda, purché la temperatura non superi i 27 o 28°C; non si dovrebbero installare pavimenti in Pvc su sistemi di riscaldamento elettrico a pavimento. I produttori sconsigliano anche le serre e le aree con luce solare intensa e diretta  poiché l'aumento di temperatura è molto rapido: a causa dell'aumento della temperatura, c'è il rischio che i listoni e le piastrelle in Pvc si espandano e si danneggino.                                                                                                                                                               

Speriamo di avervi aiutato a scegliere il sottopavimento ideale per il Pvc.

 Al prossimo BLOG! E nel caso aveste domande o curiosità, rivolgetevi al nostro fantastico servizio clienti! BRICOFLOR pensa a tutto!

Torna al post