Come pulire una moquette – qualche consiglio

mercoledì 30 maggio 2018

Scarpe, macchie, mobili intaccano quotidianamente il nostro rivestimento in moquette. Senza un trattamento ben preciso e regolare la moquette tende a danneggiarsi più rapidamente e a diventare sempre meno performante. Niente paura, oggi nel BLOG vi è qualche consiglio su come pulire la moquete in maniera efficace.

Vari metodi di pulizia della moquette!

Diversi metodi di pulizia della moquette per un risultato eccelso!

Pulizia di base

Pulire una moquette è più semplice di quello che si pensa. Infatti per la pulizia settimanale basta l'utilizzo di un semplice aspirapolvere, massimo 1 o 2 volte nell'arco della settimana. Si può abbinare a questo tipo di pulizia una mousse per moquette da spruzzare direttamente e, dopo aver lasciato agire per un breve lasso di tempo, passare nuovamente l’aspirapolvere. Consigliamo inoltre di arieggiare la stanza frequentemente soprattutto dopo aver usato questo tipo di prodotto. Ed infine formula magica per lavare la moquette: aceto bianco e acqua frizzante! Smacchia, ammorbidisce e permette di mantenere la moquette pulita più a lungo. Per realizzare questo "shampoo" basta unire 200 ml di aceto bianco a 1 L di acqua frizzate; in seguito si può applicare il liquido sulla moquette grazie all'utilizzo una spazzola per tappeti. Lasciare agire per circa 30 minuti e sciacquare con acqua calda.

Pulire la moquette con il vapore

Questa pulizia a fondo deve essere effettuata al massimo una volta all’anno perché sennò rischierai di danneggiare le fibre che compongono la tua moquette. Infatti, come il lavaggio a mano che richiede dei detergenti specifici, per questo tipo di rivestimento i dispositivi di pulizia a vapore utilizzano l’acqua. Tuttavia, la moquette in lana per esempio deve assolutamente rimanere asciutta. Si consiglia pertanto di asciugare il rivestimento (che sia naturale o sintetico) non appena entra in contatto con qualsiasi tipo di liquido. Invece, pulire con il vapore è ideale per le moquette a pelo riccio o lungo visto che permette di sciogliere i nodi delle fibre.

Lavaggio a vapore

Pulire la moquette senza aspirapolvere

Le frequenti attività dei bambini in casa portano spesso a causare sporco e macchie nella moquette, soprattutto dopo aver praticato attività all’aperto o nel giardino di casa. Diventa praticamente impossibile dunque, in questi casi, non macchiare la nostra moquette soprattutto quando ci sono bambini in casa. Qualche consiglio allora! Quando ciò accade, bisogna intervenire il prima possibile utilizzando della carta assorbente ed evitare che le macchie si asciughino. Iniziare dunque a tamponare la macchia dai bordi verso il centro senza strofinare, e non utilizzare sale o acqua calda per evitare che la macchia penetri ancora di più nel tessuto, ma adoperare invece un prodotto smacchiante spruzzandolo prima su una parte nascosta della moquette per controllare che non lasci residui.

Mantenere la moquette pulita più a lungo

N.B: mai mischiare prodotti come il cloro e l’ammoniaca perché rischiano di emettere un gas molto tossico.

In caso di macchie particolari!

Nel caso di macchie particolari, come pulire una moquette?

Consigliamo di usare una polvere per il lavaggio a secco per le moquette: cospargere sulla superficie macchiata, lasciarla agire per qualche ora e in seguito passare l’aspirapolvere. Una buona soluzione è il bicarbonato di sodio.

Macchia lieve: succo di frutta, caffè, tè, alcool, inchiostro, ecc.

1) Questo tipo di macchia si rimuove grazie all’uso di prodotti liquidi. Si tratta generalmente di solventi volatili o di soluzioni a base di ammoniaca (alcalini) da usare con precauzione.

Mettere qualche goccia di solvente o soluzione su un panno pulito, privo di pelucchi e preferibilmente bianco.

  • Mai versare questo tipo di prodotto direttamente sulla moquette
  • Se la moquette contiene lana non usare cloro o ammoniaca
  • Se la moquette contiene seta non usare cloro

2) Ammoniaca: tamponare la macchia con un panno impregnato di ammoniaca leggermente diluita per la moquette in fibre naturali. Subito dopo aver smacchiato la moquette risciacquare il prodotto con l’ausilio di un panno umido.

3) Talco e ferro da stiro: cospargere di talco la macchia e applicare sulla zona macchiata della carta assorbente spessa. Passarci sopra il ferro da stiro caldo ripetendo il tutto più volte fino a quando la macchia non sarà sparita.

Macchia di birra

  • Moquette in fibre naturali: pulire la moquette con un panno inumidito con del aceto bianco diluito con un po’ di acqua. Sciacquare e lasciar asciugare.
  • Moquette sintetica o delicata: tamponare la macchia con un panno imbevuto di acqua e un po’ di prodotto per i piatti.

Macchia di alcool

  • Macchia umida: lavare la moquette con un panno impregnato di acqua e prodotto per i piatti. Sciacquare e lasciar asciugare.
  • Macchia secca: tamponare la macchia con un panno umido con aceto bianco appena diluito. Sciacquare e lasciar asciugare.

Macchia di fango o di terra

1) Spazzola per tappeti + aceto: lasciar asciugare il fango e poi spazzolarlo via con una spazzola dalle setole flessibili. In caso rimangano dei residui basterà lavare la moquette con acqua, sapone e qualche goccia di aceto bianco. Sciacquare e lasciar asciugare.

2) Ammoniaca: pulire la moquette tamponando le macchie con un panno imbevuto di una soluzione di ammoniaca e acqua (1 cucchiaio per 1 litro di acqua). Risciacquare.

3) Succo di limone: smacchiare la moquette grazie ad un panno impregnato di succo di limone diluito con un po’ di acqua tiepida.

Macchia di bevande gassate

  • Macchia umida: cospargere di farina la zona macchiata. Fare asciugare per poi spazzolare la moquette. Se necessario tamponare con un panno imbevuto di acqua e sapone.
  • Macchia secca: con un panno imbevuto di aceto bianco diluito con acqua tamponare la moquette e sciacquare.

Caffè

Nel caso di macchia umida: farina cosparsa sulla macchia. Fare asciugare e spazzolare la moquette. Se necessario tamponare con un panno impregnato di un po’ di acqua e sapone. Nel caso di macchia secca: applicare la glicerina tiepida sulla macchia per poi sciacquare con una soluzione di acqua e poco aceto. Risciacquare con un panno umido. O diluire l’alcool con dell’acqua (metà/metà) e imbevere un panno con questa soluzione. Pulire la moquette e sciacquare.

Macchia di cera di candela

Grattare delicatamente le macchia con l’aiuto di una spatola o di un cucchiaio. Disporre della carta assorbente sulle macchie rimanenti e passare sopra il ferro da stiro caldo. In caso rimanga una macchia oleosa sulla moquette applicare un panno inumidito di ammoniaca leggermente diluita e sciacquare.

Macchia di cosmetico

Applicare sulla moquette macchiata un impasto di acqua calda e cristalli di sodio, strofinare e sciacquare con acqua calda.

Suggerimento: in caso di bruciature superficiali strofinare la parte annerita con una zolletta di zucchero.

Vieni a scoprire l’ampia scelta di moquette disponibili su BRICOFLOR! Alla prossimo BLOG! E per qualsiasi domanda o dubbio, siamo a tua disposizione!

Torna al post