BRICO FRIDAY: Approfitta oggi di uno sconto del 5% su tutto il nostro shop online * con il codice "BRICONOV21"! * i prodotti della Tretford non sono inclusi nell'offerta
Consiglio dell'esperto
011-0447382
Lunedi - Venerdi: 08:30 fino 17:30

Quale Laminato scegliere? La guida definitiva

Monday, May 15, 2017

scegliere laminato

Se siete giunti fin qui è perchè state per acquistare il vostro pavimento in laminato. Questa guida nasce proprio per voi, per rispondere alle vostre domande: quale laminato scegliere? Come sceglierlo?  BRICOFLOR risponderà alle domande più frequenti grazie all'esperienza maturata nel settore del laminato, grazie a una delle offerte più ampie in Italia.

Laminato, cos'è?

Prima di addentrarci in caratteristiche e dettagli più complicati, rispondiamo alla prima domanda che in molti si fanno: cos'è il laminato? Quello che all'apparenza appare come semplice legno, infatti, nasconde una composizione più articolata. Vediamo quale...
I pavimenti in laminato rappresentano oggi una delle scelte più frequenti quando si intende rinnovare casa. Il laminato è infatti bello, resistente agli urti e molto simile al ben più caro parquet. Solitamente  il laminato è una riproduzione di legno o materiali minerali, ed è venduto in formato di doghe o listoni. È composto da legno per il 90%, e per il resto da altri materiali,  uniti per pressoinfusione.

come scegliere laminato

FILM PROTETTIVO che protegge la lama da urti, umidità e graffi   qualità, ma più economico rispetto al primo, dovuto ad un processo produttivo meno dispendioso

► FOGLIO DECORATIVO che riproduce fedelmente le fattezze di vari tipi di legno o altri materiali

►  PANNELLO INTERMEDIO  costruito generalmente da resina e fibra di legno, conosciuto anche con la dicitura HDF (Higt Density Fibreboard)

► BASE (sintetica o in legno) che ne determina la stabilità e che costituisce circa l'80% del peso complessivo

Come viene fatto il laminato?

L'aspetto finale del laminato è una doga unica, e gli strati di cui è composto sono visibili solo in sezione. I vari strati vengono infatti pressati tra loro, al fine di ottenere uno strato unico e indivisibile, su cui andremo a camminare per un tempo medio di ben 20 anni.
Ma come viene effettuata la pressatura dei vari strati? Esistono due metodi diversi:

►Laminato HPL (HIGH PRESSURE LAMINATED) È considerata oggi la procedura più efficace e di qualità. Il laminato che si ottiene con questa tecnica è definito "ad alta pressatura" perchè i vari strati vengono compattati con molta forza e ad una temperatura elevata. Questo procedimento permette di ottenere prodotti in Laminato molto resistenti.

Laminato DPL (DIRECT PRESSURE LAMINATED) In questo caso, la lavorazione del prodotto avviene tramite una pressatura meno intensa rispetto all'HPL. Il laminato che ne risulta è un prodotto di qualità, ma più economico rispetto al primo, dovuto ad un processo produttivo meno dispendioso

Laminato, come scegliere?

Adesso entreremo nella vera e propria guida all'acquisto di un pavimento in laminato o parquet laminato. La prima cosa da fare prima di comprare il vostro pavimento è informarvi sulle sue caratteristiche, oltre all'estetica e scegliere il laminato più adatto alla vostra vita, alle vostre abitudini e all'uso che ne farete. Qui di seguito le più importanti caratteristiche da attenzionare prima dell'acquisto di un laminato.

numero-unoValuta la Resistenza all'Abrasione. Non tutti i laminati sono uguali. Ce ne sono alcuni più adatti alla casa, altri adatti agli uffici, ai negozi o alle palestre. Questo perchè ogni ambiente può essere più o meno frequentato, più soggetto a danni o abrasioni e così via. Per tale motivo, dovrete attenzionare che il laminato che state guardando sia adatto al luogo in cui volete installarlo. Come? È semplicissimo! Ogni laminato dispone di una classe di resistenza all'abrasione, regolata dalla normativa EN685, che indica precisamente la destinazione d'uso di ogni prodotto. Ogni classe è indicata dalla sigla AC (Abrasion Class). Vediamole:

laminato classi di abrasione                                                                                                                                

numero-unoFai attenzione allo spessore. Un  elemento molto importante da valutare per rispondere alla domanda "quale laminato scegliere?" è lo spessore. Lo spessore è un indicatore generico della resistenza di un un pavimento: più è alto lo spessore e più è resistente il laminato. Come nel caso della resistenza all'abrasione, anche per quanto riguarda lo spessore è necessario scegliere quello più adatto alla destinazione d'uso, così da assicurarsi una lunga durata del pavimento. I pavimenti in laminato partono da uno spessore di 6mm per arrivare fino ai 10 o 11mm. Solitamente, per rivestire un ambiente domestico soggetto alla normale vita quotidiana è sufficiente un laminato spesso tra i 7 e gli 8mm. Uno spessore superiore agli 8mm è riservato ad ambienti commerciali sottoposti a grande traffico pedonale. Considerando che all'aumentare dello spessore aumenta anche il prezzo, un laminato va scelto in maniera adeguata per evitare spreco di denaro, o per evitare un laminato troppo fragile per il vostro ambiente.

numero-uno

Verifica la Resistenza all'Impatto. È naturale che nel corso della sua vita, un pavimento, subirà la caduta di centinaia di oggetti, più o meno pesanti, movimenti bruschi, calpestio di tacchi a spillo e molto altro.

 

È bene, quindi, fare attenzione alla resistenza all'impatto del laminato che state considerando. Se, ad esempio, avete dei bambini molto piccoli, avete spesso ospiti o volete installare un pavimento in laminato nella vostra attività commerciale, dovete assicurarvi che il prodotto che scegliete sia in grado di non rovinarsi alla prima caduta. Sarebbe un peccato, infatti, installare un laminato con bassa resistenza e ritrovarsi con un pavimento distrutto dopo poco tempo. Ma come verificare la classe di resistenza all'Impatto? Esiste una norma specifica (UNI EN 13329) che specifica il sistema di classificazione per area e livello di utilizzo, al fine di indicare dove il rivestimento può fornire un servizio soddisfacente e di incoraggiare il consumatore a fare una scelta. La classificazione è la seguente:

  • IC1 - Resistenza MODERATA
  • IC2 - Resistenza MEDIA
  • IC3 - Resistenza ALTA                           

numero-uno

Verifica la Classe d'Impiego. La classe di impiego viene spesso confusa con la Classe d'Abrasione perché le due classificazioni sono correlate. Infatti, un laminato destinato ad un Impiego domestico avrà una classe d'abrasione più bassa rispetto a un laminato destinato ad ambienti più trafficati, come gli ambienti commerciali. Per questo motivo classe d'impiego e classe d'abrasione viaggiano di pari passo. Ad ogni Classe d'Impiego corrisponde una classe d'abrasione, e durante la vostra scelta dovrete considerare entrambi gli elementi. Tali classificazioni sono, infatti, strutturate in modo da guidare il consumatore finale nella scelta più idonea al proprio bisogno.

classi impiego laminatoClasse d'Impiego 21: Aree poco trafficate (camere da letto), Classe d'Impiego 22: Aree mediamente trafficate (salotti, sale da pranzo), Classe d'Impiego 23: Aree altamente trafficate (cucine, corridoi, uffici in casa).

classe impiego laminatiClasse d'Impiego 31: Aree poco trafficate (camere d'albergo, piccoli uffici), Classe d'Impiego 32: Aree mediamente trafficate (uffici, sale d'attesa), Classe d'Impiego 33: Aree altamente trafficate (grandi uffici, negozi).

numero-uno

Controlla la Resistenza all'Acqua. Un laminato correttamente installato non presenta fughe. Eppure acqua stagnante potrebbe penetrare attraverso le doghe e poi all'interno del legno del laminato, rischiando di far gonfiare il pavimento. Ogni laminato è sensibile all'effetto dell'acqua, ma alcuni tipi sono più resistenti e adatti anche ad ambienti umidi. Ogni laminato, prima della produzione, viene testato attraverso immersione in acqua per 24 ore. Dopodichè viene  estratto dall'acqua e viene registrata la percentuale di rigonfiamento che ha subito. Da qui vengono fatte delle classificazioni sulla resistenza del laminato all'acqua. In commercio si trovano laminati più o meno resistenti e avrete la possibilità di scegliere tra quelli più adatti ad ambienti umidi, come bagni e cucine e quelli adatti per ambienti dove il "rischio acqua" è minore. Per ottenere un laminato impermeabile, in fase di posa, si possono trattare le giunture delle doghe con una speciale colla, che sigilla le vie da cui l'acqua potrebbe penetrare. Con questa "impermeabilizzazione" potrete installare un laminato anche in ambienti altamente umidi come saune, cucine e bagni.

Non resta che scegliere!

Oggi sul mercato sono disponibili centinaia di pavimenti in laminato che riproducono realisticamente il legno in tutte le sue varianti, dal noce alla quercia, dal ciliegio ai legni più chiari. Dopo aver selezionato le caratteristiche più adatte a voi, non vi resta che scegliere!

 

come posare laminato

Torna al post